Questo catalogo ha l'ambizione e la responsabilità di rappresentare, a distanza di alcuni mesi, il contributo di Intersections International Workshop of Architecture and Urban Design 2010 al dibattito sulla città che attendiamo.

È un resoconto a due velocità. Se da una parte, infatti, descrive l'esperienza del workshop attraverso i suoi prodotti – i progetti – dall'altra include anche una serie di contributi ex post che collocano il lavoro progettuale sul piano di un ragionamento più ampio e articolato, in cui si prova a colmare lo scarto tra visione e conoscenza della città. A quanti hanno preso parola (e matita) durante il workshop abbiamo poi chiesto di scrivere, costringendoli a un'ulteriore riflessione su quegli stessi disegni e modelli che si erano nel frattempo accumulati nel nostro archivio. E ne hanno scritto, inevitabilmente, alla luce di una stessa esperienza in comune, restituendone una visione sedimentata. L'esito non è immune da contraddizioni, ma in compenso è denso di elementi di novità che, nell'insieme delle rappresentazioni della città che verrà, restituiscono a nostro avviso un'indagine importante sulla città attuale, per dimensione e contenuto.

Sulla base di un'intuizione iniziale condivisa dal comitato scientifico e dai team leader costruire un pezzo di città non risolve la sofferente condizione urbana, ma contribuiisce ad illuminarne i fenomeni sia il workshop che il catalogo procedono simultaneamente sul doppio binario di scenario e immaginario, accelerando su alcune questioni urbane cruciali densità, connessioni, posizionamento e funzione degli edifici e innescando, in corsa, la trasformazione come pratica urbana e architettonica immediatamente disponibile per l'intera città.

In corsa compaiono gli scatti iniziali, di rimando si rincorrono alcuni contributi su storia, forma e infrastruttura della città; seguono i progetti con il loro carico di innovazione rapida, si accodano le parole di alcuni partecipanti; si avvicinano infine alcuni ragionamenti di sintesi che provano a raccogliere e passare il testimone di quel pensiero lungo che "fa città". Prossima stazione: un'altra città possibile.

 

Design Team

Manuel Aires Mateus, Francesco Cacciatore, Henri Bava, Alessandro Villar,Jesus Maria Aparicio Guisado,

Francesco Finocchiaro, Kengo Kuma, Marco Scarpinato, Roberto Collovà, Gaetano Licata, Uwe Schröder, 

Carlo Moccia, Marco Mannino, Antonio Tejedor Cabrera, Bruno Messina


Intersections
Dalla metro alla metropoli sette occasioni per fare città
isbn 9788862420372
current edition 8 / 2011
first edition 8 / 2011
language Italian
size 22x22cm
pages 96
print color
binding paperback