Ogni edificio è un racconto, come anche ogni architetto è un racconto. Se allora tenessimo insieme i due racconti, se cercassimo di vedere dove essi si sovrappongono, avremmo città che sanno raccontare. Come si sa, tutto ciò che sa raccontare è tutto ciò che ha il diritto di rimanere, evitando di cadere nell’oblio. La parola quindi, quando è legata agli edifici ed alle città, ha il potere di rinnovarle, rendendocele sempre più attraenti. È questo l’esercizio che conrad-bercah impone a sé stesso: il racconto, o meglio la testimonianza di un’esperienza maturata nel tempo che ci fa scoprire, attraverso una auto-eterografia di una forma architettonica, un autore e insieme lo scenario urbano entro i cui confini si svolge il racconto: Berlino.

Valerio Paolo Mosco

conrad-bercah
Frammenti berlinesi
Eterografia di una forma architettonica
18,00€
15,30€
isbn 9788862423182
current edition 6 / 2018
first edition 6 / 2018
language Italian
size 14x21cm
pages 180
print color
binding paperback
the author
conrad-bercah è il direttore-fondatore di c-b-a, (context of bare architecture) uno studio di architettura di Berlino che si propone di esprimere la vita della forma architettonica spogliata della retorica prevalente del momento. Ha pubblicato Dörfer-...

conrad-bercah è il direttore-fondatore di c-b-a, (context of bare architecture) uno studio di architettura di Berlino 
che si propone di esprimere la vita della forma architettonica spogliata della retorica prevalente del momento. 
Ha pubblicato Dörfer-großstadt, Tactical Town-lines for the Third Millennium, (2015); West Workroom, Towards a New Sobriety in Architecture (2008). 
Sta curando due antologie di imminente publicazione per i nostri tipi: Berlin and architectural form, (2018) e Berlin and urban form. The architecture of an anti-city (2018).

Read more