Reduce_Recycle_Reuse, tre concetti indagati trasversalmente tra arte e teatro. Tre azioni efficaci per il recupero urbano e per esplorare il labile confine tra spettacolo e arti visive, responsabile della mutazione degli spazi performativi contemporanei. Il design del riciclo e le tecnologie che lo sostengono segnano l’approccio progettuale per l’integrazione nello spazio urbano di nuove qualità d’uso, attraverso l’immissione di strutture ludiche temporanee, in grado di assumere il ruolo di riqualificatori dello spazio urbano, invitando e coinvolgendo il city-user nei luoghi, quasi dismessi, della città. Tali spazi, resi attraenti dalle installazioni, costituiscono l’impalcato di un work in progress in cui lo scarto indigeno continua ad arricchire lo spazio seguendo le regole individuate dal progetto. La sperimentazione è stata condotta anche in chiave performativa: con l’uso del corpo come materiale riciclabile, dando vita ad installazioni morfologicamente non date a priori che svelano e rivelano le potenzialità relazionali fra contesto fisico e fruitore; con l’uso del testo, rilavorando e riusando l’eredità del già detto, in un’azione di rivitalizzazione del linguaggio e nuova condivisione dei contenuti. Il volume raccoglie i contributi seminariali e gli esiti dei workshop nati dal gemellaggio tra le Scuole di Architettura di Siracusa e Siviglia.

Francesca Castagneto, Vittorio Fiore
Reduce, Recycle, Reuse
Arti performative per il recupero dello spazio urbano
18,00€
15,30€
isbn 9788862420747
collana períactoi
edizione corrente 4 / 2013
prima edizione 4 / 2013
lingua Italiano/Inglese
formato 17x22cm
pagine 192
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Francesca Castagneto, architetto, professore associato – Università di Catania – PhD in Recupero edilizio e ambientale; insegna Tecnologia dell’Architettura nel Laboratorio di Progetto 2 e Riqualificazione Tecnologica e Manutenzione Edilizia presso...

Francesca Castagneto, architetto, professore associato – Università di Catania – PhD in Recupero edilizio e ambientale; insegna Tecnologia dell’Architettura nel Laboratorio di Progetto 2 e Riqualificazione Tecnologica e Manutenzione Edilizia presso la SDS di Architettura di Siracusa. Svolge attività di studio e ricerca nel campo delle tecnologie ambientali e della sostenibilità degli interventi edilizi e di recupero. Dal 2012 è presidente del Corso di Laurea Magistrale in Architettura. È responsabile scientifico del progetto europeo Euro South Hub finanziato nell’ambito del programma Italia Malta 2007-2013, che coniuga i temi della sostenibilità delle azioni di rivitalizzazione dei centri storici con le problematiche dell’innovazione sociale.

Leggi ancora

Vittorio Fiore, Architetto, PhD in Recupero Edilizio e Ambientale, è professore associato di Tecnologia dell’Architettura presso l’Università di Catania. La sua attività di ricerca spazia dal recupero di edifici teatrali, al trasferimento tecnologico...

Vittorio Fiore, Architetto, PhD in Recupero Edilizio e Ambientale, è professore associato di Tecnologia dell’Architettura presso l’Università di Catania. La sua attività di ricerca spazia dal recupero di edifici teatrali, al trasferimento tecnologico nel linguaggio scenico contemporaneo, ai processi produttivi nello spettacolo. Studioso di teatro, docente di Scenografia e tecnologie per la produzione teatrale (ICAR12) presso il DI.S.UM., dal 2008 coordina -presso la SDS Architettura (Siracusa) in partenariato con enti teatrali – tirocini universitari che si sviluppano tra ricerca, formazione, workshop e spettacolo; dal 2014 collabora con l’Istituto Nazionale del Dramma Antico – INDA. Ha fondato e dirige la collana editoriale Perìactoi per LetteraVentidue Editrice. Autore di numerosi saggi, ha curato (con Francesca Serrazanetti) il Dossier Scenografia 3.0 per «Hystrio» n.4/2017.

Leggi ancora

dello stesso autore


della stessa collana