Tra la fine degli anni Ottanta del Novecento e l’avvio dei Duemila l’area ionico etnea della Sicilia orientale fu oggetto di ricerche ispirate a un approccio storiografico nuovo, volto a problematizzare la rappresentazione di un Mezzogiorno immobile e di una campagna meridionale desolata. Tali studi si soffermarono su alcuni tratti del territorio tra Ottocento e Novecento: struttura della proprietà fondiaria, processo storico di costruzione del paesaggio agrario, ruolo delle città medie nell’organizzazione dei servizi, dei saperi e dei traffici, presenza di un ceto borghese capace d’iniziativa imprenditoriale. A un ventennio di distanza questo volume passa in rassegna ed aggiorna i frutti di quella stagione storiografica, riprendendo il filo della narrazione storica a partire dalla transizione dalla fase dell’intervento straordinario a quella delle politiche nazionali e comunitarie ispirate alla programmazione negoziata. La riforma delle autonomie locali con l’ascesa di un nuovo ceto di amministratori locali fu uno snodo importante di questa vicenda. Nella fragilità e nel tramonto della stagione delle “cento città” s’individua il sostrato storico politico-istituzionale della profonda crisi identitaria e ambientale che investe il territorio.

Melania Nucifora
L’area ionico-etnea
Storia di un territorio dall’Ottocento a oggi
15,00€
12,70€
isbn 9788862423441
collana research
numero 32
edizione corrente 10 / 2018
prima edizione 10 / 2018
lingua Italiano
formato 14,8x21cm
pagine 152
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Melania Nucifora, Dottore di Ricerca in Histoire et civilisations presso il Centre de Recherches Historiques dell’Ecole des Hautes Etudes en Science Sociales (CRH-EHESS) di Parigi, ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale nel settore di Storia contemporanea, pe...

Melania Nucifora, Dottore di Ricerca in Histoire et civilisations presso il Centre de Recherches Historiques dell’Ecole des Hautes Etudes en Science Sociales (CRH-EHESS) di Parigi, ha conseguito l’Abilitazione Scientifica Nazionale nel settore di Storia contemporanea, per la seconda fascia.   Da anni svolge attività di ricerca storica in Italia e all’estero, negli ambiti della storia urbana e della storia ambientale. I suoi studi vertono sul rapporto spazio/società e sul tema del governo del territorio con particolare riferimento al rapporto fra burocrazie tecniche e politica e alle interazioni fra enti locali, istituzioni nazionali e organismi internazionali e sovranazionali. È autrice di numerosi articoli scientifici e studi monografici.

Leggi ancora

della stessa collana