The dialogue, as “the talking of the soul with itself” that constitutes the act of thinking (Plato), has been selected as the ideal form through which to vividly and accurately convey the thinking of a number of protagonists of Italian modern architecture. 

Knowledge remains a latent legacy of the soul until a given stimulus reawakens its memory: architecture, more than sophia (wisdom), becomes philo-sophia, i.e. love of knowledge. A reading of the architectural phenomenon aimed at faithfully bringing out its complexity cannot help but involve the stories directly told by the protagonists, and the micro-stories of individual episodes, in order to explore the relationship that exists between the poetic and the technical-scientific spheres, underlining their complementary and conflictual nature. The disciplinary tools of exegesis of design and its materialization stimulate a form of critique of criticism driven by the rejection of an angle of interpretation of architecture oriented exclusively towards its results. Method and result constitute the inseparable terms: the direct testimony of certain protagonists of Italian architecture makes it possible to reconnect the interrupted threads of a narrative that has often been rendered syncopated and unilateral by excessively superficial explanation.

The Dialogues on Architecture explore the interaction between idea, design and construction, revealing different operative and conceptual modes through which to achieve the finished work. Franco Albini, Lodovico B. Belgiojoso, Guido Canella, Aurelio Cortesi, Roberto Gabetti & Aimaro Isola, Ignazio Gardella, Vittorio Gregotti, Vico Magistretti, Enrico Mantero, Paolo Portoghesi, Aldo Rossi, Giuseppe Terragni, Vittoriano Viganò are the authors of this narrative.

Emilio Faroldi, Maria Pilar Vettori
Dialogues on architecture
29,00€
27,50€
isbn 9788862423724
edizione corrente 11 / 2019
prima edizione 11 / 2019
lingua Inglese
formato 16.5x24cm
pagine 344
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Emilio Faroldi (1961), architetto e PhD, è Professore Ordinario presso il Politecnico di Milano, dove svolge attività di ricerca occupandosi di tematiche inerenti il progetto di architettura con particolare interesse ai rapporti che intercorrono tra ideazione, progetta...

Emilio Faroldi (1961), architetto e PhD, è Professore Ordinario presso il Politecnico di Milano, dove svolge attività di ricerca occupandosi di tematiche inerenti il progetto di architettura con particolare interesse ai rapporti che intercorrono tra ideazione, progettazione e costruzione del fenomeno architettonico. Ha organizzato convegni, corsi di formazione e seminari di progettazione internazionali. Ha presieduto e coordinato, per oltre un decennio, i corsi di studio in Scienze dell’Architettura e Progettazione dell’Architettura presso la Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano, dove svolge attività didattica. Autore di numerose pubblicazioni, attualmente è Editor in Chief della rivista scientifica “TECHNE Journal of Technology for Architecture and Environment” e Direttore del Master Universitario di I e II livello in Sport Architecture (MSA), già Progettazione Costruzione Gestione delle Infrastrutture Sportive. Professore della International Academy of Architecture, dal gennaio 2017 è Prorettore Delegato del Politecnico di Milano.

Leggi ancora

Maria Pilar Vettori (1968), architetto e PhD, è Professore Associato presso il Politecnico di Milano. Svolge attività didattica presso la Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano nell’ambito della Progettazione tec...

Maria Pilar Vettori (1968), architetto e PhD, è Professore Associato presso il Politecnico di Milano. Svolge attività didattica presso la Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni del Politecnico di Milano nell’ambito della Progettazione tecnologica dell’architettura. Ha partecipato a progetti di ricerca e consulenza relativi a processi, metodi e strumenti per la programmazione, costruzione e gestione dell’architettura, con particolare attenzione alle strategie dell’innovazione all’interno dei processi progettuali e produttivi di strutture e infrastrutture per la salute e il benessere, lo sport, la ricerca e la produzione. Ha partecipato e organizzato convegni, seminari e workshop, nonché lavorato con continuità a studi e pubblicazioni.

Leggi ancora

dello stesso autore