Bianco, caldo, ventoso, sensuale. Dove ricercare oggi quel paesaggio fatto di linee precise, di volumi astratti, di bucature profonde e di mura spesse, di architettura arrampicata sulla roccia e di uomini che si arrampicano sull’architettura, di pergole e di luce tra le foglie, di vento e di recinti che proteggono, di patii in cui sorseggiare ouzo e di balconi che decorano lo spazio del paseo o dello struscio? Questo libro è un diario di viaggio, catalogo di linguaggi e suoni, che ripercorre i percorsi dell’invenzione e della creatività alla ricerca di un’identità mediterranea, identità basata, più che su un’appartenenza geografica a dei luoghi, sulla capacità di riconoscere un paesaggio, di sentire propri alcuni sapori, odori, profumi, materie, suoni e rumori, forme, proporzioni e sensazioni, un’eredità iconografica che non smette di essere utilizzata dagli architetti contemporanei.

 

Con i viaggi di: Goethe, Schinkel, Flaubert, Le Corbusier, Asplund, Pikionis, Filòn, Sert, Pagano, Aalt, Barragan, Kahn, Venturi

Giorgia De Pasquale
Viaggio nel Mediterraneo
La costruzione di un paesaggio attraverso l’iconografia dello spazio architettonico
16,00€
13,60€
isbn 9788862421898
edizione corrente 6 / 2016
prima edizione 6 / 2016
lingua Italiano
formato 21x14,8cm
pagine 144
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
l'autore
Giorgia De Pasquale nasce a Roma nel 1982, cresce tra la sponda meridionale della Sicilia, Mazara del Vallo e l’Isola di Pantelleria. Formatasi tra le facoltà di Roma Tre e l’Escuela Tècnica Superior di Barcellona, nel 2006 si laurea con lode nella facolt&...

Giorgia De Pasquale nasce a Roma nel 1982, cresce tra la sponda meridionale della Sicilia, Mazara del Vallo e l’Isola di Pantelleria.

Formatasi tra le facoltà di Roma Tre e l’Escuela Tècnica Superior di Barcellona, nel 2006 si laurea con lode nella facoltà di Architettura di Roma Tre con una tesi sul paesaggio culturale mediterraneo dei terrazzamenti. In Spagna, presso l’Escuela Tecnica de Arquitectura di Valladolid, termina il Master internazionale di secondo livello “Architettura-Storia-Progetto”.

Svolge ricerca e attività professionale attorno all’area del Mediterraneo e alle strategie di commistione messe in atto tra architettura e paesaggio. Nel 2006 partecipa alla Biennale di Venezia.10 all’interno della Mostra Internazionale di Architettura “Città di pietra”. Dal 2011 è Dottore di ricerca in Architettura presso lo IUAV di Venezia. Assistente alla didattica dal 2008 nei laboratori di Progettazione Architettonica del prof. Francesco Cellini (Dipartimento di Architettura Roma Tre), ha condotto presso varie università italiane Workshop (2011, Mediterranean Again; 2013-2015, Living Archeology in Rome) e partecipato a numerosi convegni sul tema del paesaggio culturale nel Mediterraneo (2009, Pietra su pietra; 2013, Mediterraneo  Rivoluzionario; 2013, Dall’Agricoltura salva-paesaggio al Paesaggio salva-agricoltura; 2014, Mediterraneo: la costruzione di un paesaggio attraverso l’iconografia dello spazio architettonico; 2014, Paesaggi culturali nel Mediterraneo. La crisi dell’agricoltura eroica, il crollo dei terrazzamenti e la scommessa della strada del vino di Pantelleria).

Leggi ancora