Order allow,deny Deny from all DESIGN E NARRAZIONI - LetteraVentidue

Proponendo la narrazione come un dispositivo di apprendimento e di costruzione di senso, di espressione e creatività, profondamente radicato nell’uomo, il libro apre una conversazione a più voci, quasi un contrappunto multidisciplinare, intorno ai molteplici spazi fisici e concettuali, di progetto e di elaborazione teorica che questo termine, così spiccatamente relazionale, evoca e tramette alla contemporanea cultura del progetto.

La dimensione narrativa del design, che diversi approcci disciplinari provano attualmente ad esplorare e a visualizzare attraverso le più innovative strumentazioni concettuali e progettuali, è stata messa a fuoco anche a partire dalla riflessione sul lavoro di ricerca e di insegnamento a Palermo di Anna Maria Fundarò, tra gli anni ’70 e ’90. È questo il fil rouge che collega idealmente alcuni interventi raccolti in occasione del convegno “Design e Spazi narrativi” Palermo, 2019: progetti, ricerche e riflessioni teoriche inerenti gli spazi museali e gli eventi temporanei, lo spazio-tempo della storia, la scena teatrale, lo spazio domestico, la multidimensionalità della comunicazione visiva, lo spazio delle identità territoriali.

Nel libro si presentano anche alcune esperienze progettuali volte a rigenerare i saperi artigiani degli spazi storici della città. Influenzati dalle pesantissime costrizioni spaziali e psico-fisiche imposte dalla pandemia, i progetti, pur nella loro diversità materiale e funzionale, hanno acquistato una forte connotazione relazionale e narrativa, proponendosi quasi come dispositivi per esplorare nuove visioni domestiche e autobiografiche, portatori di significati simbolici spesso attinenti alla dimensione del sacro.


a cura di Viviana Trapani, Serena Del Puglia
DESIGN E NARRAZIONI
spazi fisici e concettuali per il progetto della conoscenza
isbn 9788862427685
collana Design e contesti
numero 7
edizione corrente 6 / 2022
prima edizione 6 / 2022
lingua Italiano
formato 16,7x22cm
pagine 172
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
I curatori
Viviana Trapani Architetto e designer, è professore associato di Disegno Industriale presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo, dove è titolare di corsi laboratoriali di disegno industriale, che propongono le tematiche della qualit&...

Viviana Trapani Architetto e designer, è professore associato di Disegno Industriale presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo, dove è titolare di corsi laboratoriali di disegno industriale, che propongono le tematiche della qualità e sostenibilità delle produzioni contemporanee. Ha svolto attività di ricerca sui temi del design per lo sviluppo sostenibile nelle aree mediterranee, della progettazione strategica per le risorse territoriali, del rapporto arte-design e del design della luce. Attualmente si dedica alla ricerca sul design per la valorizzazione e fruizione del patrimonio e delle produzioni culturali, attraverso forme di innovazione tecnologica e sociale.

Leggi ancora

Serena Del Puglia Architetto, Dottore di ricerca in Disegno Industriale. I suoi interessi scientifici spaziano dal Lighting Design all'Exhibition Design, con particolare riferimento all'ambito dei beni culturali, sui cui temi ha al suo attivo numerose pubblicazioni e partecipazioni ...

Serena Del Puglia Architetto, Dottore di ricerca in Disegno Industriale. I suoi interessi scientifici spaziano dal Lighting Design all'Exhibition Design, con particolare riferimento all'ambito dei beni culturali, sui cui temi ha al suo attivo numerose pubblicazioni e partecipazioni a congressi internazionali. Nell'ambito del design e dell'allestimento dei sistemi museali ha indagato con particolare attenzione la ricaduta delle innovazioni tecnologiche sul progetto allestitivo. L'attività didattica si è recentemente orientata al product design, con particolare riguardo al design di oggetti, guardando al design di sistemi relazionali di oggetti dal forte valore narrativo. Svolge attività di ricerca presso il Dipartimento di Architettura di Palermo, dove dal 2011, è docente a contratto in Architettura degli Interni, Scenografia e Disegno Industriale.

Leggi ancora

della stessa collana