La prima volta che incontrai Makovecz, egli disegnò per me una mappa dell’Ungheria, tracciando i luoghi più significativi, attraverso i quali avrei potuto avvicinarmi al suo lavoro. Con la promessa che avrei fatto ritorno, ci salutammo. Da questa mappa, il mio percorso di ricerca ha avuto inizio.

Martina Giustra
Imre Makovecz
e l'architettura organica ungherese
18,00€
15,30€
isbn 9788862421423
edizione corrente 12 / 2014
prima edizione 12 / 2014
lingua Italiano/Inglese
formato 16,7x22cm
pagine 160
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Martina Giustra (Catania 1985). Architetto, dal 2007 svolge attività di ricerca sul pensiero e le opere del Maestro Imre Makovecz e sull’architettura organica ungherese. Dopo alcune esperienze all’estero e brevi collaborazioni in ambito universitario si è s...

Martina Giustra (Catania 1985). Architetto, dal 2007 svolge attività di ricerca sul pensiero e le opere del Maestro Imre Makovecz e sull’architettura organica ungherese. Dopo alcune esperienze all’estero e brevi collaborazioni in ambito universitario si è stabilita a Budapest dove frequenta la Vándoriskola, scuola di perfezionamento post-laurea, fondata da Imre Makovecz, Miklós Kampis e István Kálmán nel 1989, lavorando presso gli studi di architettura ad essa collegati. Tra il 2012 e il 2014 è stata impegnata in attività di ricerca presso il Dipartimento di Progettazione Residenziale della Facoltà di Architettura del Politecnico BME di Budapest – Budapesti Muszaki és Gazdaságtudományi Egyetem e presso il Balassi Intezét di Budapest. Tra il 2013 e il 2014 ha svolto attività di ricerca presso lo studio Makona kft. Attualmente si occupa di progettazione e collabora con altri specialisti ad attività di analisi e supporto per il design ungherese emergente. Collabora con alcune riviste di settore e magazine on line.

Leggi ancora