Il libro trae ispirazione da uno dei dibattiti più significativi degli ultimi anni, ovvero il ruolo della memoria in relazione al tema del Conflict Heritage. Le tracce dei conflitti bellici rappresentano un patrimonio difficile da gestire e a cui relazionarsi perchè legato a storie scomode, spesso traumatiche. Tuttavia riteniamo che esso rappresenti un tema centrale su cui riflettere, superando i contesti locali e lavorando alla costruzione di un’identità collettiva a scala europea. Il libro presenta una selezione critica di saggi raggruppati secondo tre tematiche principali, l’archeologia, l’arte e la museografia, offrendo diversi approcci e nuove prospettive sul tema del Conflict Heritage.

 

Con contributi tra gli altri di Sharon Macdonald, Ian Chambers, Marek Jasinsky, Luca Basso Peressut, Elisabetta Terragni.


a cura di Michela Bassanelli, Gennaro Postiglione
Re-enacting the past
Museography for conflict heritage
29,90€
25,40€
isbn 9788862420648
edizione corrente 7 / 2013
prima edizione 7 / 2013
lingua Italiano/Inglese
formato 17x22cm
pagine 444
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
I curatori
Michela Bassanelli è architetto e dottorando in Architettura degli interni e Allestimento presso il Politecnico di Milano, dove si è laureata nel 2010 con la tesi: “Geografie dell’abbandono. Il caso della valle di Zeri”, tesi vincitrice del Premi...

Michela Bassanelli è architetto e dottorando in Architettura degli interni e Allestimento presso il Politecnico di Milano, dove si è laureata nel 2010 con la tesi: “Geografie dell’abbandono. Il caso della valle di Zeri”, tesi vincitrice del Premio Lunigiana Storica 2010. La tesi di dottorato, “Beyond the Memorial: Exhibition Design for Conflict Heritage”, affronta il tema delle memorie difficili relative ai conflitti del Novecento in Europa. Collabora con il prof. Gennaro Postiglione nell’ambito di alcuni progetti di ricerca nazionali e internazionali: “La dismissione dei borghi in Italia” elaborando possibili strategie di sviluppo per questi territori, “La musealizzazione delle aree archeologiche dei conflitti” (finanziata dal MIUR con i fondi del programma PRIN 2008); “REcall-European Conflict Archaeological Landscape Re-appropriation” (finanziata dalla EU con i fondi del programma Cultura 2000); “MeLa-European Museums in an Age of Migrations (finanziata dalla EU con i fondi del programma FP7).

Leggi ancora

Gennaro Postiglione è Professore Associato in Architettura degli Interni e Allestimento presso il Politecnico di Milano.  Le sue ricerche si focalizzano prevalentemente sugli interni domestici, sulla museografia e sul rapporto tra memoria collettiva e identit&agrav...

Gennaro Postiglione è Professore Associato in Architettura degli Interni e Allestimento presso il Politecnico di Milano. 

Le sue ricerche si focalizzano prevalentemente sugli interni domestici, sulla museografia e sul rapporto tra memoria collettiva e identità culturale. 

È promotore dal 2006 del gruppo di lavoro PUBLICARCHITECTURE@POLIMI che mette le risorse dell’architettura al servizio dell’interesse pubblico.

Ricerche in corso: Conflict Archaeologies – possibili museografie per le eredità dei conflitti del Novecento; European Museums in an Age of Migrations – “l’europeizzazione” dell’Europa e l’ibridazione delle culture come agenda necessaria nella ridefinizione del Museum complex.

Altre pubblicazioni recenti: Bassanelli, M. and Postiglione, G. (a cura di), The Atlantikwall as Military Archaeological Landscape, Siracusa 2011; Flora, N. and Postiglione, G. (eds.), Norwegian Talks, Macerata 2010; Basso Peressut, L., Forino, I., Postiglione, G. (a cura di), Interior Wor[l]ds, Torino 2010.

Leggi ancora