La coerenza e la qualità degli interventi di conservazione, restauro e miglioramento antisismico dei nostri centri storici derivano dalla conoscenza e dall’interpretazione della loro forma. Da qui, in prima istanza, la necessità di saper interpretare e descrivere gli aspetti formali e spaziali dell’esistente, prestando particolare attenzione ai concetti di edificio, di ambito e di tessuto urbano. In secondo luogo, l’importanza di identificarne i diversi caratteri che aiutano a comprendere il modo in cui una forma concretamente si realizza come organizzazione complessiva, distinguendosi dalle altre. Una significativa applicazione multidisciplinare di questo metodo è stata sviluppata nel centro storico di Crotone. Diverse competenze di natura storico-critica, urbanistica, architettonica, ingegneristica, estetica e filosofica si sono fuse assieme, perseguendo il comune obiettivo di progettare interventi di restauro e miglioramento della sicurezza sismica, nel rispetto della identità e della autenticità del luogo. In particolare, lo studio si è concentrato sulla morfologia del paesaggio storico di Crotone, attraverso il riconoscimento delle sue regole insediative ed estetiche generali. La proposta progettuale è stata sviluppata nel tentativo di superare l'opposizione fra città antica e città contemporanea dal punto di vista della bellezza, cosicché il progetto è stato organizzato intorno alla dialettica e alla necessità di una articolazione dell'ambiente a scala umana. Quest'ultima concezione, per cui l'idea di estetica fa parte di una competenza antropologica più generale, mira apertamente a valorizzare lo spazio aperto di uso collettivo e la sua dimensione percettivo-cognitiva.


a cura di Giorgio Monti, Giuseppe Scalora
Città storiche e rischio sismico
Il caso studio di Crotone
22,00€
18,70€
isbn 9788862420785
edizione corrente 4 / 2013
prima edizione 4 / 2013
lingua Italiano
formato 17x22cm
pagine 336
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
I curatori
Giorgio Monti è nato a Roma nel 1961 e si è laureato in ingegneria civile nel 1986 all’Università di Roma La Sapienza. Ha ottenuto il Master of Science presso l’Università di California a Berkeley nel 1993, ed il Dottorato di Ricerca presso l&...

Giorgio Monti è nato a Roma nel 1961 e si è laureato in ingegneria civile nel 1986 all’Università di Roma La Sapienza. Ha ottenuto il Master of Science presso l’Università di California a Berkeley nel 1993, ed il Dottorato di Ricerca presso l’Università La Sapienza di Roma nel 1994. Dal 2001 è Professore Ordinario di Tecnica delle Costruzioni presso la stessa Università ed è titolare del corso estivo “Structural Analysis” presso l’Università di California a Davis.

La sua attività scientica si è rivolta ai temi di modellazione ed analisi delle strutture in cemento armato in campo non-lineare, di adeguamento sismico delle strutture con tecniche e materiali innovativi, di strategie di conservazione di centri storici in zona sismica, di analisi dell'adabilità in campo sismico di strutture ed infrastrutture. In questi settori ha prodotto più di 250 pubblicazioni.

È membro attivo di commissioni nazionali ed internazionali per lo sviluppo di documenti normativi sulla progettazione sismica, sulla valutazione della sicurezza sismica e la riabilitazione di edici e ponti, anche mediante tecniche innovative. È attualmente vicepresidente della Sottocommissione 8 (Sismica) della Commissione Ingegneria Strutturale dell’UNI ed è membro della Cabina di Regia per la redazione della nuova revisione delle Norme Tecniche delle Costruzioni. Ha preso parte a scambi scientici e culturali come professore visitatore in Istituzioni in Europa, USA, Australia e Cina.

Leggi ancora

Giuseppe Scalora è nato a Siracusa nel 1965 e si è laureato con il massimo dei voti in ingegneria presso l’Università di Roma “La Sapienza”. La sua attività di ricerca si è rivolta principalmente al restauro architettonico ed urba...

Giuseppe Scalora è nato a Siracusa nel 1965 e si è laureato con il massimo dei voti in ingegneria presso l’Università di Roma “La Sapienza”. La sua attività di ricerca si è rivolta principalmente al restauro architettonico ed urbano in zona sismica, sia in senso teorico-metodologico che applicativo, avendo ricoperto un ruolo attivo in diversi progetti pubblici di recupero e riqualicazione di edici e centri storici. Negli ultimi anni ha sviluppato studi in materia di estetica della percezione, aancando la propria attività accademica a quella di progettazione, con approfondimenti e realizzazioni in diverse città della Sicilia, della Campania, delle Marche e dell’Abruzzo. A Siracusa è consulente del nuovo Piano Particolareggiato di Ortigia, nonché progettista degli interventi pubblici di recupero dei quartieri della Giudecca (isolato tra vicolo II e vicolo III) e della Graziella. Nel 2011-2012 ha collaborato con l'Università "La Sapienza" alla redazione dei piani di ricostruzione di 23 nuclei storici danneggiati dal sisma del 2009. In questi settori ha preso parte a scambi scientici e culturali con Istituzioni pubbliche in Europa, Cina e Stati Uniti d’America. Ha pubblicato nel 2003 I tessuti urbani di Ortigia. Un metodo per il progetto di conservazione. Con il prof. Giorgio Monti ha redatto nel 2010 il volume La conservazione dei centri storici in zona sismica. Un metodo operativo di restauro urbano, e nel 2013 Città storiche e rischio sismico. Il caso studio di Crotone. È inoltre autore di capitoli in libri e di articoli su riviste nazionali ed internazionali. Ha svolto vari incarichi didattici, e nel 2007 ha insegnato “Storia e recupero degli edici storici” presso il Corso di laurea magistrale in Architettura, Scuola di Architettura e Design dell’Università di Camerino.

Leggi ancora