Questo libro parla di una realtà milanese poco conosciuta, ma che permea profondamente lo spirito della città. A Milano, dove si incontrano futurismo, editoria, industria, nasce la prima cooperativa di abitanti in Italia: la SEAO (Società Edificatrice Abitazioni Operaie). Attraverso una borsa di studio indetta dalla stessa, in occasione dei suoi 130 anni di vita, ci siamo avvicinati a questa storia con curiosità e stupore, scoprendo come sia ancora oggi possibile, e forse mai più di oggi necessario, vivere insieme, condividendo non solo uno spazio, ma anche degli ideali. In questo senso la ricerca si prefigge, partendo da una analisi del panorama di tutte le cooperative milanesi a proprietà indivisa, di riportare alla luce un abitare possibile, una forma -antica e nuova contemporaneamente- di vivere in questa città. Lo studio propone una modalità progettuale inedita, sfociata nella definizione di un nuovo immaginario per il futuro della SEAO. Il ritorno all'abitare può, quindi, riportare a Milano un concetto di residenza non più isolato entro gli stretti ambiti di una singola architettura, ma bensì aperto alla città, intendendolo dunque come il vivere, ampio, all'interno di una comunità di persone che usa la città stessa, che la modifica con i propri comportamenti, che, in ultima analisi, sente come proprio l'intero territorio urbano.

Chiara Quinzii, Diego Terna
Ritorno all'abitare: una cooperativa in città
Un progetto per la Società Edificatrice Abitazioni Operaie
22,00€
18,70€
isbn 9788862420839
edizione corrente 1 / 2013
prima edizione 1 / 2013
lingua Italiano
formato 24x33cm
pagine 128
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Chiara Quinzii (Milano, 1979) Si laurea al Politecnico di Milano nel 2004 col progetto di tesi Milano a pezzi. Ha lavorato per diversi studi internzionali, quali Boeri Studio a Milano e MVRDV a Rotterdam. Nel 2012 fonda, assieme a Diego Terna, lo studio di architettura Quinzii Terna...

Chiara Quinzii (Milano, 1979) Si laurea al Politecnico di Milano nel 2004 col progetto di tesi Milano a pezzi. Ha lavorato per diversi studi internzionali, quali Boeri Studio a Milano e MVRDV a Rotterdam. Nel 2012 fonda, assieme a Diego Terna, lo studio di architettura Quinzii Terna. Oltre ad aver partecipato a numerosi concorsi internazionali ed aver lavorato su progetti a scala urbana e architettonica, si è dedicata alla didattica collaborando con il Politecnico di Milano come cultrice della materia del corso di progettazione architettonica e urbana. Ha collaborato con alcune riviste on-line (Arch’it, Presstletter) e cartacee (C3 Magazine), sulle quali sono stati pubblicati suoi articoli e fotograe.

Leggi ancora

Diego Terna (Brescia, 1979). Si laurea in architettura al Politecnico di Milano, formandosi negli studi di Stefano Boeri e Italo Rota. Nel 2012 fonda, assieme a Chiara Quinzii, lo studio di architettura Quinzii Terna. Collabora, come critico, con riviste internazionali (C3, Compasse...

Diego Terna (Brescia, 1979). Si laurea in architettura al Politecnico di Milano, formandosi negli studi di Stefano Boeri e Italo Rota. Nel 2012 fonda, assieme a Chiara Quinzii, lo studio di architettura Quinzii Terna. Collabora, come critico, con riviste internazionali (C3, Compasses, Klat, Arch’it) ed è il curatore di rubriche di architettura su spazi web (Linkiesta, PresS/Tletter, The ArchHive). Svolge attività didattica al Politecnico di Milano, nei laboratori di progettazione Architettonica e Urbana, oltre ad aver collaborato con IUAV di Venezia e Università Statale di Milano. Cura un blog personale dal titolo L’architettura immaginata.

 

Leggi ancora