Si può insegnare a progettare? 
Qual è il paradigma che racchiude la sfera teorica e quella applicativo-esperienziale proprie della disciplina dell’architettura?

L’architettura è disciplina eteronoma, che trova le sue ragioni nell’ibridazione e contaminazione dei saperi. La formazione dell’architetto, intellettuale e figura tecnica, richiede una riflessione profonda e radicale sui fondamenti dei percorsi formativi, l’attualità dei modelli di insegnamento e gli strumenti di apprendimento. Le Scuole di Architettura rappresentano l’ambito in cui lo studente, riprendendo le parole di Louis I. Kahn, è chiamato a riflettere su tutto ciò che viene scambiato e sulla sua utilità. In quanto luogo di apprendimento, sperimentazione e verifica delle tecniche e degli strumenti più avanzati di una disciplina, le istituzioni dovranno necessariamente aprire a un confronto critico il proprio progetto culturale e didattico, in una logica di arricchimento degli orizzonti e di visione internazionale. La Scuola, luogo di produzione di conoscenza e trasformazione del sapere, mira alla formazione di laureati competenti nel campo dell’ideazione, progettazione, costruzione e gestione dell’architettura: figure in grado di affrontare la sfida della complessità del progetto, inteso come atto di sintesi di competenze. L’approccio politecnico si pone quale chiave per la formazione di professionalità riconoscibili, complementari, sinergiche nei confronti di uno scenario professionale e produttivo in evoluzione che richiede capacità e strumenti finalizzati a operare in modo flessibile, in sintonia con le istanze della contemporaneità. Il confronto tra realtà d’eccellenza nel panorama europeo caratterizzate da una comune matrice politecnica, la Scuola di Architettura Urbanistica Ingegneria delle Costruzioni (AUIC) del Politecnico di Milano e la Escuela Técnica Superior de Arquitectura de Madrid (ETSAM) della Universidad Politécnica de Madrid, rappresenta un momento di riflessione mirato a innescare un dialogo attivo e costruttivo su metodi e strumenti dell’insegnamento dell’architettura.

Emilio Faroldi, Maria Pilar Vettori
Insegnare l'architettura
Due scuole a confronto
16,50€
15,70€

Available in ebook version

isbn 9788862424417
current edition 6 / 2020
first edition 6 / 2020
language Italian
size 16,5x24cm
pages 188
print b&w
binding paperback
copertina download
Add to cart
the author
Emilio Faroldi (1961), architect and PhD, is a professor at the Politecnico di Milano, engaged in teaching and research on themes related to architectural design, with a particular focus on the relations that exist between idea, design and construction in architecture.He has organiz...

Emilio Faroldi (1961), architect and PhD, is a professor at the Politecnico di Milano, engaged in teaching and research on themes related to architectural design, with a particular focus on the relations that exist between idea, design and construction in architecture.He has organized international design conferences, courses and seminars. The author of many publications, for over a decade he has coordinated the programs of study in Architectural Sciences and Architectural Design at the Politecnico di Milano. He is presently editor-in-chief of the TECHNE_ Journal of Technology for Architecture and Environment, and director of the 2nd-level Master in Design Construction Management of Sports Infrastructures. A professor of the International Academy of Architecture, since January 2017 his is acting pro-rector of the Politecnico di Milano.

Read more

Maria Pilar Vettori (1968), architect and PhD, is a professor at the Politecnico di Milano. She teaches at the School of Architecture Urban Planning Constructions Engineering at the Politecnico di Milano in the area of Technological Design of Architecture. She has taken part in rese...

Maria Pilar Vettori (1968), architect and PhD, is a professor at the Politecnico di Milano. She teaches at the School of Architecture Urban Planning Constructions Engineering at the Politecnico di Milano in the area of Technological Design of Architecture. She has taken part in research and consulting projects regarding processes, methods and tools for programming, construction and management of architecture, with a particular focus on innovation in processes of design and production of structures and infrastructures for healthcare, wellness and sports, research and production. She has participated in and organized conferences, seminars and workshops, and she has worked continuously on studies and publications.

Read more

by the same author