La costa desértica peruana: una larguísima línea sobre el Pacífico que se extiende de Norte a Sur por aproximadamente 2,400 Km, ritmada por un sistema regular de oasis transversales. Toda traza de la presencia humana es absorbida por esta naturaleza extrema. Incluso las ruinas precolombinas, que frecuentemente se encuentran en los márgenes de estos oasis, aparecen como trazas abstractas de una naturaleza geometrizada. La condición geográfica del Perú entero es tal que se pueden replicar, ya sea en gran o en pequeña escala, condiciones de asentamiento análogas. De hecho cada una de las partes se distingue claramente del paisaje al que se contrapone, sea a la inmensa extensión del océano, al arduo altiplano andino o a la selva impenetrable. En el desierto, todos los asentamientos humanos, ciudades o edificios, se configuran siempre como islas estratégicas confinadas entre dos fragmentos de desierto. En esta condición radical se inserta el trabajo que Sandra Barclay y Jean Pierre Crousse desarrollan desde el fin de los años 90 hasta el día de hoy. Diez casas, proyectadas y construidas sobre la costa pacífica, expresan claramente las extraordinarias potencialidades arquitectónicas que ofrece este contexto.

Francesco Cacciatore, Fabrizio Foti
Barclay&Crousse
Señales de vida entre lo dos diesertos
18,00€
15,30€
isbn 9788862420532
current edition 8 / 2012
first edition 8 / 2012
language Italian/Spanish
size 24x33cm
pages 96
print color
binding paperback
copertina download
the author
Francesco Cacciatore (1975) is Associate Professor in Architectural and Urban Composition at the IUAV University in Venice (DACC). From 2006 to 2014 he worked as an architect and founding member of the associated firm Ateliermap.  His teaching activity includes visiting p...

Francesco Cacciatore (1975) is Associate Professor in Architectural and Urban Composition at the IUAV University in Venice (DACC). From 2006 to 2014 he worked as an architect and founding member of the associated firm Ateliermap. 

His teaching activity includes visiting professor terms in the context of workshops and design seminars both in Italy and abroad. He has authored several books including: Il muro come contenitore di luoghi. Forme strutturali cave nell’opera di Louis Kahn (LetteraVentidue 2008-2011), Abitare il limite. Dodici case di Aires Mateus & Associados (LetteraVentidue 2009-2011), the essay L’animale e la conchiglia. L’architettura di Aires Mateus come dimora del vuoto (Mondadori Electa 2011), Barclay&Crousse. Segnali di vita tra i due deserti (LetteraVentidue 2012), Il vuoto condiviso. Spazialità complesse nelle residenze contemporanee (Marsilio 2016).

Read more

Fabrizio Foti si laurea nel 2002 presso la Facoltà di Architettura “Valle Giulia”, Università degli Studi “La Sapienza” di Roma. Nel 2008 consegue il titolo di dottore di ricerca nel Dottorato di Ricerca in Progettazione Architettonica...

Fabrizio Foti si laurea nel 2002 presso la Facoltà di Architettura “Valle Giulia”, Università degli Studi “La Sapienza” di Roma. 
Nel 2008 consegue il titolo di dottore di ricerca nel Dottorato di Ricerca in Progettazione Architettonica ed Analisi Urbana dell’Università degli studi di Catania, Facoltà di Architettura di Siracusa. È stato Docente a contratto di Composizione Architettonica, nel Laboratorio di Progetto II del Corso di Laurea Triennale in Scienza dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile e nel Laboratorio di Tesi 
“La modernità dei tessuti storici”, di Teoria e Tecnica della Progettazione Architettonica Contemporanea, di Architettura del Paesaggio e di Progettazione degli Interni nel Corso di Laurea Quinquennale a Ciclo Unico di Architettura presso la SDS di Architettura in Siracusa, Università di Catania. Dal 2015 insegna Disegno Tecnico e Progettuale 2 all’Accademia di Design e di Arti Visive ABADIR di Catania. 
Ha tenuto lezioni e conferenze presso varie Università di città italiane e straniere. Ha partecipato come curatore scientifico, docente e progettista invitato a diversi Workshop-Seminari di progettazione internazionali e a progetti di ricerca universitari. Ha partecipato, inoltre, come capogruppo e come progettista, a numerosi concorsi di progettazione internazionali, alcuni dei quali premiati o pubblicati. È autore di diversi saggi e articoli pubblicati in Italia e all’estero. Con LetteraVentidue ha pubblicato: Il Laboratorio Segreto dell’Architettura. L’intimo legame tra arti plastiche e architettura in Le Corbusier (2008); Il Paesaggio nella Casa. Una riflessione sul rapporto Architettura-Paesaggio (1a edizione, 2009); Architettura: realtà del divenire (2011); Barclay & Crousse. Segnali di vita tra i due deserti (2012); Akrai Urban Lab. Il ruolo del progetto nella costruzione della città e del territorio (2012); La via del disegno (2016).

Read more

by the same author