Al di là della varietà dei temi, dei programmi, delle dimensioni e dei luoghi, il segno più convincente e costante dei progetti di Asplund è l’adeguatezza – la naturalezza, si potrebbe dire – con cui le opere si offrono all’uso e si rapportano al contesto. E c’è un altro aspetto caratteristico della sua opera: la capacità di porsi in secondo piano, di ritirarsi, di rendersi lo sfondo discreto di qualcosa che l’architettura può solo accogliere ed esaltare ma non determinare.

Recensioni

Area 158 - Maggio/Giugno 2018
Luca Ortelli
L’adeguatezza di Asplund
9,90€
8,40€
isbn 9788862422918
collana figure
numero 8
edizione corrente 2 / 2018
prima edizione 2 / 2018
formato 12x18cm
pagine 112
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Luca Ortelli, laureato alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano nel 1983, è professore all’Institut d’Architecture et de la Ville del Politecnico di Losanna (EPFL) dove insegna Progettazione architettonica e Teoria della progettazione. Redatto...

Luca Ortelli, laureato alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano nel 1983, è professore all’Institut d’Architecture et de la Ville del Politecnico di Losanna (EPFL) dove insegna Progettazione architettonica e Teoria della progettazione. Redattore di Lotus international dal 1980 al 1990, ha pubblicato articoli e saggi su varie riviste e da anni si occupa dell’architettura svedese del XX secolo. Ha realizzato alcuni edifici che di quella esperienza, in qualche modo, hanno beneficiato.

Leggi ancora

della stessa collana