Per i suoi caratteri storici, architettonici ed ambientali villa Reimann costituisce un elemento attraente nell’immaginario siracusano; è indissolubilmente legata alla figura della danese Christiane Elisabeth Reimann che, entrata a far parte della storia della città, acquista l’immobile, lo valorizza e lo trasforma – a partire dal 1934 – nel sito ad alta valenza culturale che possiamo ammirare oggi. Villa Reimann è uno dei pochi esempi superstiti di residenze extra urbane, a contatto con un patrimonio archeologico vasto da poter essere considerato un vero e proprio sistema. Lo studio documentato in questo libro è stato portato avanti parallelamente con un taglio storico-archivistico e tecnologico-progettuale.  Il testo affronta nella prima parte gli aspetti storici della dimora e del giardino e la ricostruzione documentaria dei numerosi passaggi di proprietà che si sono susseguiti dalla metà dell’800 a oggi. Nella seconda parte l’approccio tecnologico ai progetti di trasformazione della villa ne ricostruisce le vicende dei cantieri, attraverso l’individuazione delle tecniche costruttive dell’epoca, la lettura dei computi metrici e di alcune lettere ritrovate.

Vittorio Fiore, Lucia Trigilia
La dimora e la città tra ‘800 e ‘900 Villa Reimann: storia e recupero
22,00€
18,70€
isbn 9788862422727
book series storie di città
number 1
language Italian
size 16,5x24cm
pages 168
Add to cart
the author
Vittorio Fiore, Architetto, PhD in Recupero Edilizio e Ambientale, è professore associato di Tecnologia dell’Architettura presso l’Università di Catania. La sua attività di ricerca spazia dal recupero di edifici teatrali, al trasferimento tecnologico...

Vittorio Fiore, Architetto, PhD in Recupero Edilizio e Ambientale, è professore associato di Tecnologia dell’Architettura presso l’Università di Catania. La sua attività di ricerca spazia dal recupero di edifici teatrali, al trasferimento tecnologico nel linguaggio scenico contemporaneo, ai processi produttivi nello spettacolo. Studioso di teatro, docente di Scenografia e tecnologie per la produzione teatrale (ICAR12) presso il DI.S.UM., dal 2008 coordina -presso la SDS Architettura (Siracusa) in partenariato con enti teatrali – tirocini universitari che si sviluppano tra ricerca, formazione, workshop e spettacolo; dal 2014 collabora con l’Istituto Nazionale del Dramma Antico – INDA. Ha fondato e dirige la collana editoriale Perìactoi per LetteraVentidue Editrice. Autore di numerosi saggi, ha curato (con Francesca Serrazanetti) il Dossier Scenografia 3.0 per «Hystrio» n.4/2017.

Read more

Lucia Trigilia è professore associato di Storia dell’architettura moderna presso l’Università degli Studi di Catania (SDS di Architettura) ed è direttore scientifico del Centro Internazionale di Studi sul barocco. La sua ricerca è princip...

Lucia Trigilia è professore associato di Storia dell’architettura moderna presso l’Università degli Studi di Catania (SDS di Architettura) ed è direttore scientifico del Centro Internazionale di Studi sul barocco. La sua ricerca è principalmente rivolta alla storia dell’architettura e alla storia e all’analisi della città. Tra i suoi interessi sono le trasformazioni urbane in età moderna e da questo ambito è scaturita una rilettura del fenomeno della ricostruzione post 1693 in Sicilia e Malta. Il confronto tra aree e figure cosiddette periferiche del Sei e Settecento siciliano con altre dei maggiori centri di elaborazione italiana e internazionale ha costituito una costante del suo impegno scientifico. Dirige Annali del barocco in Sicilia ed è autore di molti saggi e volumi, tra cui La valle del barocco (2002), La festa barocca in Sicilia (2012), Rosario Gagliardi, i disegni di architettura della collezione Mazza (2014).

Read more

by the same author


from the same book series