La verità non dice mai nulla. 

La verosimiglianza aggiunge l’immaginario. 

Un libro verosimile sulla vita sognata di una delle più famose case del mondo.

 

La casa di Curzio Malaparte a Capri è il centro di un fitto racconto illustrato, un pretesto per generare mille altre architetture. Tra verità, interpretazione e falsificazione prova ad aprire un modo inedito per parlare di tanti misteri custoditi in un luogo.

Recensioni

il Venerdì // 27 gennaio 2017

Corriere della Sera

Pagina99
Cherubino Gambardella
Le Malaparte impossibili
Una casa, mille architetture
25,00€
21,20€
isbn 9788862422093
collana enzimi
edizione corrente 12 / 2016
prima edizione 12 / 2016
lingua Italiano/Inglese
formato 16,7x22cm
pagine 208
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
presskit download
Aggiungi al carrello
l'autore
Cherubino Gambardella (Napoli, 1962). È architetto e professore ordinario di progettazione Architettonica alla seconda Università di Napoli. Si è affermato in diversi premi e concorsi internazionali ed è più volte stato finalista  alla Medagli...

Cherubino Gambardella (Napoli, 1962). È architetto e professore ordinario di progettazione Architettonica alla seconda Università di Napoli. Si è affermato in diversi premi e concorsi internazionali ed è più volte stato finalista  alla Medaglia d’oro all’Architettura Italiana della Triennale di Milano. È stato invitato a varie edizioni della Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia nonché alla XXI Triennale di Milano. I suoi progetti sono stati esposti in diversi musei e fondazioni europee, americane e asiatiche nonché pubblicati sulle più accreditate riviste internazionali di architettura. Ha scritto oltre quindici libri, diretto Compasses, attualmente dirige Dromos. Due suoi collage di architettura sono stati esposti al Moma a New York nell’ambito della mostra Cut’n paste. Ha realizzato il Cluster Biomediterraneo all’Expo di Milano 2015 (premiato come uno dei migliori padiglioni internazionali) dopo aver coordinato un gruppo di docenti vincitore di un Workshop internazionale tra Università. Ha vinto il premio per i Mixed Tenure Buildings all’Archmarathon dei paesi Mediterranei a Beiruth nel 2015.

Leggi ancora

dello stesso autore


della stessa collana