Realismo è un termine ambiguo, il cui perimetro semantico include svariate accezioni, per tale ragione è anche un termine scomodo, usato per nobilitare o svilire, a seconda dell’ostinazione della propria faziosità. Realismo è anche un termine che ricorre spesso nelle storie dell’architettura italiana, e fra i testi di alcuni dei suoi maggiori protagonisti.
Lo scopo di questo saggio è di indagare i concetti cardine del Realismo scomodando, con una certa voluta incoscienza, discipline quali la pittura (Gustave Courbet) e la filosofia (György Lukács) e cercare un confronto con l’architettura. Il pensiero di Giuseppe Pagano, forse il primo, coerente, e in una certa misura completo sforzo teorico verso una cultura di tipo realista, e quello di Ernesto Nathan Rogers, che sarà il fulcro intorno al quale si coagulerà la Scuola di Milano, sono i due autori attraverso i quali questo studio si propone di leggere gli intenti teorici e la produzione architettonica italiana, le sue maggiori “scuole” – la Scuola di Milano e la Scuola di Roma –, e le connessioni con due importanti centri della cultura architettonica internazionale, Barcellona e Porto.

Alessandro Mauro
Il realismo e l'architettura italiana
14,00€
11,90€
isbn 9788862421775
collana compresse
numero 28
edizione corrente 9 / 2017
prima edizione 9 / 2017
lingua Italiano
formato 12x18cm
pagine 192
stampa bicromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Alessandro Mauro (Siracusa, 1978), è dottore di ricerca alla S.D.S. di Architettura di Siracusa, dell’Università degli Studi di Catania, dove si è laureato nel 2006. È stato studente Erasmus presso la F.A.U.P. (Faculdade de Arcquitectura da Universi...

Alessandro Mauro (Siracusa, 1978), è dottore di ricerca alla S.D.S. di Architettura di Siracusa, dell’Università degli Studi di Catania, dove si è laureato nel 2006. È stato studente Erasmus presso la F.A.U.P. (Faculdade de Arcquitectura da Universidade do Porto) in Portogallo. Ha preso parte, come collaboratore, a diversi concorsi d’architettura. Nel 2007 ha vinto il Premio Europeo di Architettura Sacra, bandito dalla Fondazione Frate Sole, per il progetto di un centro parrocchiale discusso come tesi di laurea. Per LetteraVentidue ha curato la raccolta Tra Virgolette (2010 e 2013) e la prima versione italiana del saggio L’idea costruita, il manifesto teorico di Alberto Campo Baeza. Ha studio professionale a Siracusa e collabora con la S.D.S. di Architettura.

Leggi ancora

dello stesso autore


della stessa collana