Le nuove logiche economiche e sociali che organizzano tempi e modalità del lavoro, hanno oltrepassato la soglia dello spazio domestico, dando vita a nuove forme di relazione tra le funzioni pubbliche delle attività lavorative e l’intimità dell’abitazione. Il binomio spazio produttivo e residenza rappresenta un fenomeno urbano storicamente diffuso soprattutto in luoghi con un alta concentrazione di popolazione. Tuttavia nell’ambito della cultura del progetto contemporaneo, i casi più noti sono confinati alle case-atelier/studio individuali, rivolte ad una committenza ristretta.
Il libro, viceversa, propone una rilettura inedita della “casa produttiva” estesa alla scala dell’edificio ad alta densità abitativa, includendo anche attività commerciali e di servizio. Qui il limite tra l’alternarsi della condizione pubblica del lavoro, con quella intima della vita domestica sembra andare oltre le peculiarità dello spazio fisico. La componente relativa al tempo d’uso, disciplinata dagli abitanti stessi, può spingersi fino a definire una sorta di codice binario - online/offline - dello spazio di confine.

Paola Misino
La Casa On/Off
Spazi dell'abitare produttivo
9,90€
8,40€
isbn 9788862423052
collana compresse
numero 32
edizione corrente 3 / 2018
prima edizione 3 / 2018
lingua Italiano
formato 12x18cm
pagine 96
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Paola Misino è ricercatore, docente in Composizione Architettonica presso il Dipartimento di Architettura - Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara. Ha svolto attività di ricerca in Francia (Paris-1 Pantheon Sorbonne) , sui temi inerenti le Teorie del Pro...

Paola Misino è ricercatore, docente in Composizione Architettonica presso il Dipartimento di Architettura - Università G. D’Annunzio, Chieti-Pescara. Ha svolto attività di ricerca in Francia (Paris-1 Pantheon Sorbonne) , sui temi inerenti le Teorie del Progetto Architettonico, dove ha pubblicato André Wogensky. Raisons profondes de la forme (con N. Trasi, Ed. Le Moniteur, Paris 2000) e Au-delà de l’architecture. Massimiliano Fuksas (Ed. Le Moniteur, Paris 2005). Ha svolto ricerche sul tema del rapporto abitazione/lavoro nella sua evoluzione dalla casa produttiva familiare all’edificio collettivo. Tra le pubblicazioni più recenti: Invasioni di campo. Progettare l’agricoltura tra utopia e normativa, in “Utopie del Reale”, Atlante Re-Cycle Italy a cura di L. Fabian, S. Munarin (Ed. LetteraVentidue, Siracusa 2017); Il territorio e la ricerca (Ed. Gangemi, Roma 2014); 30 anni dopo Wasting Away nel volume monografico “No-Waste” - Piano Progetto Città n. 27-28 (Ed. List lab - Trento 2013). Svolge attività di ricerca progettuale con RDM studio (Roma), di cui è socia fondatrice dal 1994, ottenendo riconoscimenti in concorsi di architettura nazionali e internazionali.

Leggi ancora

della stessa collana