Nell’ottica di un riuso della Valle dei templi, il parco archeologico potrebbe essere reinterpretato come infrastruttura archeologica di connessione tra l’attuale nucleo urbano di Agrigento e le piccole città limitrofe. Ogni elemento della Valle diventerebbe uno dei tasselli di un sistema unitario, detto archeoinfrastruttura, dove il cuore di una nuova Akragas potrebbe tornare a pulsare durante tutti i mesi dell’anno.

La Valle è un luogo pieno di contraddizioni, sia per le novecentesche contaminazioni urbane che per il modo in cui viene attualmente abitata. Questo studio sperimenta possibili inclusioni di queste dissociazioni per trasformarle in componenti positive, immaginando un futuro molto lontano dove i nostri pronipoti tratteranno con uguale rispetto e cura sia i templi che il viadotto Morandi.

Olivia Longo
Ai confini di Akragas
Prove di trasmissione da una Valle dei templi
18,00€
15,30€
isbn 9788862422192
book series research
number 3
current edition 12 / 2016
first edition 12 / 2016
language Italian
size 16,5x24cm
pages 80
print color
binding paperback
copertina download
Add to cart
the author
Olivia Longo, architetto (1996), dottore di ricerca in Progettazione architettonica (2004), è ricercatore di Composizione architettonica e urbana all’Università degli Studi di Brescia dopo essere stata ricercatore nello stesso SSD all’Università di P...

Olivia Longo, architetto (1996), dottore di ricerca in Progettazione architettonica (2004), è ricercatore di Composizione architettonica e urbana all’Università degli Studi di Brescia dopo essere stata ricercatore nello stesso SSD all’Università di Palermo (2005-2010). È stata membro di due unità di ricerca PRIN (2011-13 e 2006-2008) e dal 1996 partecipa ed è responsabile di programmi di ricerca internazionali e di Summer School all’Università di Palermo e di Brescia, tra i quali “I Waterfront del Garda” (2016). Dal 1999 partecipa ed è curatrice di mostre, workshop e seminari internazionali, tra i quali “Oceani e coste che vivono, diversità di risorse e attività sostenibili” (EXPO YEOSU Korea del Sud 2012), “Temporary Cities” (Moscow 2006). Autrice di saggi, articoli e libri, dal 1996 ha partecipato a numerosi concorsi di progettazione ottenendo premi e segnalazioni.

Read more

other books

from the same book series