L’occasione per la pubblicazione di questo volume è stata l’individuazione del complesso della SS. Trinità delle Monache a Napoli come caso studio della rete europea Urbact 2nd Chance - Waking up the sleeping giants di cui Napoli è capofila. Il coinvolgimento in questo programma ha sollecitato la ripresa degli studi su un monumento dormiente che fatica a risvegliarsi. Il volume si compone di tre “movimenti” che raccontano di movimenti dei monumenti al variare di scenari di città. Nel primo movimento si riprende la tesi di dottorato in progettazione urbana, dedicata al rapporto tra cittadelle conventuali e città. Tra i temi trattati, si individua quello dell’impianto a chiostro aperto come significativa deformazione tipologica di architetture fortemente segnate da una geografia articolata. Il secondo movimento riprende uno studio svolto per l’amministrazione comunale sul complesso napoletano che da convento diviene, agli inizi dell’Ottocento, ospedale militare, poi dismesso e ceduto dal Demanio al Comune. Si ricostruiscono le trasformazioni dei militari e si individuano relazioni tra pezzi e parti del complesso per nuovi usi e nuove relazioni con la città. L’ultimo movimento è in corso ed è questione aperta. Straordinaria architettura della geografia, il monumento si confronta con scenari urbani, culturali, sociali e economici, sensibilmente mutati.

Angela D’Agostino
Monumenti in movimento
Scenari di città
18,00€
15,30€
isbn 9788862422451
book series research
number 13
current edition 10 / 2017
first edition 10 / 2017
language Italian
size 16,5x24cm
pages 2016
print color
binding paperback
copertina download
Add to cart
the author
Angela D’Agostino (Napoli 1965), ricercatore in Composizione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli ‘Federico II’ dal 2009. Si laurea in Architettura nel 1991 e nel 1996 consegue il titolo di Dotto...

Angela D’Agostino (Napoli 1965), ricercatore in Composizione Architettonica e Urbana presso il Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli ‘Federico II’ dal 2009. Si laurea in Architettura nel 1991 e nel 1996 consegue il titolo di Dottore di Ricerca. Dal 1997 svolge attività di ricerca in progettazione architettonica e urbana come borsista post-dottorato, assegnista di ricerca (1999) e funzionario tecnico(2000-2009). è stata membro del Comitato Scientifico dei Seminari Internazionali “Napoli, Architettura e Città”, redattrice della rivista «Arc», docente della Scuola di Specializzazione in Progettazione Architettonica e Urbana dell’Università di Napoli e dell’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli. Docente di workshop nazionali ed internazionali e relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali, dal 2007 è membro di DoCoMoMo Italia e dal 2015 è membro della rete Designing Heritage Tourism Lanscapes. E’ responsabile scientifico dell’Accordo per il recupero e la rifunzionalizzazione del complesso della SS. Trinità delle Monache a Napoli nell’ambito del Programma Europeo Urbact 2nd chance. (Comune di Napoli 2017). Tra le ricerche cui ha partecipato: Redazione del Piano Regolatore del Porto di Napoli (ARPA 1999); Sviluppo del settore diportistico dal Molosiglio a Castel dell’Ovo (ARPA 2000);Sistemi delle infrastrutture e luoghi della centralità (PRIN 1999/2001); Recupero dell’ex Ospedale Militare a Napoli (Comune di Napoli 2001); Il recupero della ferrovia dimessa nel Parco del Cilento e Vallo di Diano (Regione Campania 2004); Il progetto di architettura nella riqualificazione delle linee ferroviarie dismesse in rapporto alle risorse ambientali e culturali (PRIN 2004/2006); Strumenti e metodi per l’innovazione del progetto paesaggistico dei luoghi degradati: il caso del territorio flegreo (PRIN 2007/2009); Le “forme” della città in estensione. Caratteri e metodologie di intervento per il territorio campano (PRIN 2009/2011).

Read more

from the same book series