Attraverso l’analisi dell’esperienza di Mies sullo spazio della casa individuale, affiancata da un’inedita sequenza di immagini di modelli architettonici, il libro costruisce un percorso concettuale che riguarda le complesse modalità di costruzione dell’architettura attraverso il suo progetto: un percorso che si può leggere come una razionale puntualizzazione argomentativa di aspetti che ne investono la pratica, isolandone specifiche problematicità.

Francesco Taormina
Mies van der Rohe
13 case + 2 padiglioni = 10 riflessioni sul progettare
15,00€
10,50€ fino al 03/04/2020
isbn 9788862423830
collana research
numero 40
edizione corrente 9 / 2019
prima edizione 9 / 2019
lingua Italiano/Inglese
formato 14.8x21cm
pagine 96
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Francesco Taormina insegna Composizione architettonica all’Università di Roma “Tor Vergata” e fa parte del collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca “Architettura e Costruzione”; docente invitato presso università italiane e straniere,...

Francesco Taormina insegna Composizione architettonica all’Università di Roma “Tor Vergata” e fa parte del collegio dei docenti del Dottorato di Ricerca “Architettura e Costruzione”; docente invitato presso università italiane e straniere, è componente di diversi comitati scientifici di collane editoriali e riviste di architettura. È stato più volte premiato per la sua attività di ricerca progettuale e il suo lavoro è stato oggetto di pubblicazioni ed esposto in mostre internazionali. Ha trattato il tema della casa nei volumi: Una villa di Giuseppe Samonà (Officina, Roma 1988), La semplicità della casa (Libria, Melfi 2002), Una casa e la città (Clear, Roma 2003), Le Corbusier. Due petites maisons e il valore autonomo dell’architettura (Edibus, Vicenza 2018).

Leggi ancora

della stessa collana