Le rovine non sono solo i testimoni del passato ma agiscono come presenze attive, come oggetti a reazione poetica che esibiscono una propria estetica: quella legata alle figure della sottrazione, dell’erosione, del taglio. All’idea apollinea dell’unità classica le rovine contrappongono quella dionisiaca della frammentazione; al modo delle regole quella della trasgressione dei codici; ai temi della razionalità quelli dell’inespresso. Per queste ragioni il ruolo eversivo dell’immaginario delle rovine è il motore costante di una rêverie che, da Piranesi al Moderno, feconda i processi d’invenzione. L’apparente negatività delle rovine orienta, positivamente, la formazione dei linguaggi e l’invenzione del nuovo; svolgendo quel ruolo pedagogico che appare particolarmente significativo nei diversi distretti dell’arte e dell’architettura contemporanee.

Lucio Altarelli
L’immaginario delle rovine
Da Piranesi al Moderno
18,00€
17,10€
isbn 9788862427654
collana Alleli | Research
numero 128
edizione corrente 9 / 2022
prima edizione 9 / 2022
lingua Italiano
formato 14,8x21cm
pagine 256
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
presskit download
Aggiungi al carrello
l'autore
Lucio Altarelli, già ordinario di Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura di Roma “La Sapienza”, ha pubblicato scritti, saggi e monografie sui temi della progettazione architettonica ed urbana. L’attività progettuale ...

Lucio Altarelli, già ordinario di Composizione Architettonica presso la Facoltà di Architettura di Roma “La Sapienza”, ha pubblicato scritti, saggi e monografie sui temi della progettazione architettonica ed urbana. L’attività progettuale è documentata, oltre che nelle principali riviste di settore, in due pubblicazioni specifiche: L. A., Paesaggi dell’architettura (Gangemi) e L. A., Architetture Residuali (Diagonale). Tra le monografie più recenti si segnala: Light City. La città in allestimento (Meltemi), La città plurale. Architetture e Paesaggi della Postmodernità (Postmedia) e Complessità e Contraddizioni in Le Corbusier (Are - Architetti Roma Edizioni). Ha curato inoltre i seguenti volumi: Allestire (Palombi), Il sublime urbano. Architettura e New Media (Mancosu), Il Mostro di San Lorenzo. Progetti per la Tangenziale Est di Roma (Gangemi) e La modernità delle rovine (Prospettive). Attualmente riveste le seguenti cariche.Membro del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in “Composizione architettonica / Teorie dell’Architettura” del Dipartimento di Architettura e Progetto (DiAP). Membro del collegio dei docenti dell’“Accademia Adrianea”, Master itinerante in Museografia, Architettura e Archeologia. Membro del “Piranesi Prix de Rome”. Membro del comitato scientifico della rivista “XY Rassegna critica di studi sulla rappresentazione”. Membro del comitato scientifico della “Collana editoriale Piranesi Prix de Rome”.

Leggi ancora

della stessa collana