Nessun altro materiale ha segnato la tradizione costruttiva e la poetica della forma architettonica del XX secolo come il calcestruzzo. Una ricerca presso l’azienda Unical S.p.A., documentata nelle forme di un diario, è stata l’occasione per una riflessione sulle potenzialità di un calcestruzzo che sperimenta nella sua composizione l’uso di materiali riciclati e per una digressione sull’antica tradizione dello spolium, da secoli testimone di un ri-uso come prassi consolidata nell’arte e nell’architettura. Ma anche per un approfondimento sulle inedite relazioni tra progetto contemporaneo e tecniche della produzione fondate sul ri-ciclo, custodi di un sempre più effimero legame tra ciò che è stato e ciò che sarà, da cui è necessario ripartire per dare alle cose la possibilità di una nuova vita.

Alberto Pireddu
Macerie e calcestruzzo
Diario di una ricerca
16,50€
15,70€
isbn 9788862424059
collana research
numero 48
edizione corrente 12 / 2019
prima edizione 12 / 2019
lingua Italiano
formato 14,8x21cm
pagine 160
stampa monocromia
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Alberto Pireddu (1977) architetto, dal 2018 è professore associato di Composizione architettonica e urbana presso il Dipartimento di Architettura | Università degli Studi di Firenze e EM | ADU, Ecole EuroMed d’Architecture, de Design et d’Urbanisme | Univer...

Alberto Pireddu (1977) architetto, dal 2018 è professore associato di Composizione architettonica e urbana presso il Dipartimento di Architettura | Università degli Studi di Firenze e EM | ADU, Ecole EuroMed d’Architecture, de Design et d’Urbanisme | Université EuroMed de Fès. Si laurea alla Facoltà di Architettura di Firenze con Maria Grazia Eccheli nel 2005. Nel 2010 consegue il titolo di Dottore di Ricerca in Progettazione architettonica e urbana presso la Scuola di Dottorato Architettura, Progetto e Storia delle Arti dell’Università degli Studi di Firenze e quello di Master in Architectural Design presso la Escuela Técnica Superior de Arquitectura della Universidad de Navarra a Pamplona (Spagna). Dal 2013 è membro del comitato di redazione della rivista «Firenze architettura». Tra le sue pubblicazioni: In limine. Between Earth and Architecture (2017), The Solitude of Places. Journeys and Architecture on the Edges (2016) e In abstracto. Sull’architettura di Giuseppe Terragni (2013) per i tipi della Firenze University Press.

Leggi ancora

della stessa collana