Le città contemporanee affrontano ogni giorno sfide e quotidianamente reagiscono alle crescenti sollecitazioni ambientali ed economiche, figlie di un inedito nomadismo sociale. Ricordare alcune delle esperienze avvenute in seno ai CIAM degli anni Cinquanta del secolo scorso, ha permesso di individuare spunti progettuali e analogie procedurali tra le ricerche svolte per la ricostruzione della città europea, dopo la tragedia della Seconda Guerra mondiale, e l’impellente necessità di riqualificazione dell’habitat urbano contemporaneo a seguito del collasso economico e culturale degli ultimi anni. Da queste esperienze, dalla possibilità di istituire un’analogia tra la ricostruzione di allora e la riqualificazione odierna prende il via un percorso critico che attraversa spazi, luoghi da vivere e condividere. Sono i territori della conquista di una “dimensione umana” del Gruppo GAMMA in Marocco, della “poetica dell’ordinario” e dell’as found degli Smithson in Gran Bretagna, della mixité tipologica e sociale di Jacop Berend Bakema, del valore degli spazi residuali come attrattori di urbanità di Aldo Van Eyck in Olanda e del tema della partecipazione nei processi decisionali di Giancarlo De Carlo in Italia. Nel volume vengono analizzati questi “strumenti”, saggiandone le potenzialità utili allo sviluppo di progetti di riappropriazione e di ricomposizione dell’ambiente costruito capaci di garantire, oggi, un elevato grado di resilienza non solo del risultato progettuale, ma dell’intero processo di riqualificazione. 

Barbara Angi
Ricomposizioni Architettoniche
Parallelismi e analogie
16,50€
15,70€
isbn 9788862423007
collana research
numero 22
edizione corrente 3 / 2018
prima edizione 3 / 2018
lingua Italiano
formato 14,8x21cm
pagine 160
stampa colore
rilegatura brossura
copertina download
Aggiungi al carrello
l'autore
Barbara Angi (1976), architetto, dottore di ricerca in Progettazione Architettonica e Urbana (SSD ICAR/14), è professore a contratto del Corso di “Architettura e Composizione 2” presso la Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura, Universit&...

Barbara Angi (1976), architetto, dottore di ricerca in Progettazione Architettonica e Urbana (SSD ICAR/14), è professore a contratto del Corso di “Architettura e Composizione 2” presso la Laurea Magistrale a ciclo unico in Ingegneria Edile-Architettura, Università degli Studi di Brescia. Dal 2008 è assegnista di ricerca presso l’Ateneo bresciano. L’attività di ricerca è consolidata, grazie alla partecipazione a progetti nazionali e internazionali tra cui il programma “Dote Ricercatori” finanziato dalla Regione Lombardia, sui temi del recupero del patrimonio edilizio esistente con particolare riferimento al rapporto tra tipologia e tecnologia per gli interventi di riqualificazione “integrata” e “adattiva” degli edifici residenziali e dell’ambiente costruito. Svolge attività didattica presso l’Università degli Studi di Brescia e, precedentemente, presso l’Università Iuav di Venezia nei corsi di Laurea Magistrale in Architettura per la Costruzione e per la Sostenibilità. La didattica la vede impegnata nella correlazione di tesi di laurea (più di 50 seguite fino a ora) e nella partecipazione a workshop internazionali di progettazione architettonica e urbana in qualità di coordinatore didattico e scientifico. Dal 2011 aderisce al progetto REA - Rete di eccellenza per la internazionalizzazione della formazione nel campo dell’Architettura promosso dalla Fondazione Cariplo. Partecipa a concorsi nazionale e internazionali. Tra i suoi progetti alcuni sono stati esposti alla Biennale di Architettura di Venezia, al Festival dell’Architettura di Parma, al SAIE People meet Innovation di Bologna, al Premio Piccinato, progettare strategie per il futuro e pubblicati in riviste internazionali quali The New York Times. È autrice di numerose pubblicazioni scientifiche a carattere nazionale ed internazionale sui temi della riqualificazione architettonica e urbana. È relatore in convegni e manifestazioni culturali nazionali e internazionali. È autrice del volume Amnistia per l’esistente.

Strategie architettoniche adattive per la riqualificazione dell’ambiente costruito (LetteraVentidue Edizioni) e ha curato Alcune Ipotesi e una tesi su Darfo Boario Terme (Officina Edizioni), Tra terra e acqua (Aracne Editrice), 2 numeri di Iuav. Giornale dell’Università (n. 30, n. 57) e L’ambiente costruito tra Building Information Modelling e Smart Land (IMREADY Ingenio), Digitizing the analogical thoughts in architecture: a menace or a promise? (IMREADY Ingenio).

Leggi ancora

dello stesso autore


della stessa collana